Spedizione gratuitaPronta consegna

Le migliori pile ricaricabili

PILE RICARICABILI

Una batteria ricaricabile viene misurata dalla sua capacità di carica, che è mostrata in mAh. Vedrai questo numero stampato sulla confezione, così come sulla batteria stessa. La capacità è la quantità di carica elettrica immagazzinata nella batteria. Maggiore è la carica di una batteria, maggiore è la corrente elettrica che può fornire e più a lungo può alimentare il tuo dispositivo. Per le batterie ricaricabili AA, troverai capacità comprese tra 1.300 mAh e 2.900 mAh. Le pile ricaricabili AAA vanno da 500 mAh a 1.100 mAh. Le batterie ricaricabili  possono essere ricaricate e riutilizzate da 500 a 1000 volte a seconda dell’utilizzo. Le diverse tecnologie delle batterie influenzano le prestazioni delle pile.

Esistono 3 tipi principali di batterie ricaricabili:

  • NiCd (nichel-cadmio)
  • NiMH (idruro di nichel-metallo)
  • Li-ion (ioni di litio)
 
NiCd (nichel-cadmio) 
  • NiCd è ormai la tecnologia più vecchia, queste batterie sono abbastanza economiche perché soffrono di problemi di “memoria”.
  • La regola d’oro con le pile NiCd è scaricarle completamente ogni volta prima di caricarle di nuovo, in questo modo avranno sempre le migliori prestazioni.
  • Le batterie NiCd hanno una tensione inferiore rispetto alle loro controparti standard
 
NiMH (idruro di nichel-metallo)
  • Le batterie NiMH  sono più costose, ma per tutta la loro vita possono essere parzialmente scaricate e caricate tutte le volte che vuoi (fino a circa 1000 volte) e avranno sempre la piena capacità.
  • Capacità molto maggiore di quella NiCd
  • Molto comuni, quindi è facile trovare sia batterie che caricabatterie

Li-ion (ioni di litio) 

  • Le batterie agli ioni di litio risolvono sia il problema associato agli altri due tipi di batterie (piena tensione e non hanno problemi di memoria)
  • Non disponibile in tensione standard, ad eccezione del formato 9V (gli ioni di litio AAA, AA, C e D emettono 3,7 V invece di 1,5 V)
  • Richiedono un caricatore speciale

    Se desideri prolungare la durata delle batterie, scegli la modalità di carica “lenta” o “delicata” sul caricabatterie ed evita la ricarica rapida. Inoltre, se si dispone di un caricabatterie dotato di una funzione di “condizionamento”, utilizzarla ogni 10-15 cicli di ricarica. Questo è un processo lento che carica e scarica le batterie per cancellare qualsiasi “memoria” d’uso che potrebbe ridurre la capacità permanente.

Non si può evitare il fatto che le migliori pile ricaricabili sono molto più costose delle semplici batterie al litio o alcaline monouso. A volte il costo è tre o quattro volte maggiore. D’altra parte, se sei un fotografo o usi regolarmente dispositivi che richiedono molte batterie, le pile ricaricabili valgono il loro costo.

1 Migliori.io Le migliori pile ricaricabili
Più dettagli +

Panasonic Blister 8 Pile Ricaricabili AA ENELOOP, Bianco

Clicca qui per verificare la compatibilità di questo prodotto con il tuo modello Formato: AA Fino a 2100 cicli di ricarica
10
2 Migliori.io Le migliori pile ricaricabili
Più dettagli +

Energizer Batterie Ricaricabili AAA, Recharge Power Plus, Confezione da 12

Clicca qui per verificare la compatibilità di questo prodotto con il tuo modello Confezione da 8 batterie ricaricabili energizer power plus, 2000 mAh Realizzate con il 4% di batterie riciclate
9.5
3 Migliori.io Le migliori pile ricaricabili
Più dettagli +

AmazonBasics – Batterie AAA ricaricabili, pre-caricate, confezione da 12 (l’aspetto potrebbe variare dall’immagine)

Clicca qui per verificare la compatibilità di questo prodotto con il tuo modello Batterie ricaricabili AAA (confezione da 12, 800 mAh); ideali per fotocamere digitali, telecomandi, giocattoli e molto altro Batteria a lunga autonomia; autoscarica estremamente graduale; mantiene l’80% dell’energia per 24 mesi
9
Le Migliori pile ricaricabili dell'anno
Migliori.io Le migliori pile ricaricabili
24,90
Già venduti: 12 Disponibilità 16
75 %
Affrettati! Non perdere questa offerta lampo
days
0
0
hours
0
0
minutes
0
0
seconds
0
0

Qualche domanda sulle pile ricaricabili

A. Posso utilizzare batterie ricaricabili in dispositivi che utilizzano batterie monouso o alcaline?

Sì. Nella maggior parte delle situazioni, le batterie al nichel-metallo idruro (NiMH) possono sostituire le batterie primarie (monouso), soprattutto per i dispositivi elettronici ad alto consumo. I principali vantaggi sono che dopo l’investimento iniziale ti faranno risparmiare denaro poiché puoi riutilizzare quelle batterie centinaia di volte e hanno l’ulteriore vantaggio di aiutare l’ambiente risparmiando materie prime ed evitando lo spreco di batterie monouso che potrebbero finire in discarica.

Potrebbero esserci alcuni dispositivi in cui le batterie ricaricabili potrebbero non essere adatte, ad esempio alcune marche di radio DAB in cui vengono utilizzate quattro o sei batterie in serie e la differenza di tensione tra le batterie ricaricabili NiMh e le batterie alcaline standard può causare prestazioni scadenti. 

B. Posso usare le mie batterie ricaricabili direttamente dalla confezione?

Se le batterie ricaricabili indicano che sono “Pre-caricate” o “Pronte all’uso” , possono essere utilizzate direttamente dalla confezione, proprio come le batterie monouso. Tuttavia, le batterie ricaricabili standard non hanno questa caratteristica, quindi avranno bisogno di una prima carica iniziale prima dell’uso.

C. Che cos’è l ‘”autoscarica” di una batteria ricaricabile?

L’autoscarica è un evento nelle batterie ricaricabili in cui le reazioni chimiche interne riducono la carica immagazzinata della batteria senza alcun collegamento tra gli elettrodi, cioè quando non viene utilizzata in un dispositivo. L’autoscarica riduce la durata di conservazione delle batterie e fa sì che inizialmente abbiano meno di una carica completa quando vengono effettivamente utilizzate.

La velocità con cui si verifica l’autoscarica di una batteria dipende da una serie di fattori come il tipo di batteria, lo stato di carica, la corrente di carica e la temperatura ambiente. In genere, tra le batterie ricaricabili standard, le batterie al litio subiscono la minore quantità di autoscarica (circa 2-3% di scarica al mese), mentre le batterie a base di nichel sono più seriamente danneggiate (nichel cadmio, 15-20% al mese; nichel metallico idruro, 30% al mese), ad eccezione delle batterie NiMH a bassa autoscarica (permanenti cariche) (2-3% al mese).

Conservare le batterie a temperature più basse riduce così il tasso di autoscarica e preserva l’energia iniziale immagazzinata nella batteria.

 

Altre pile ricaricabili al miglior prezzo

D. Cosa significa ricaricabili a carica permanente?

Le batterie ricaricabili a carica permanente mantengono la carica in modo molto più efficace quando non vengono utilizzate. Le batterie ricaricabili NiMH standard (quelle che non hanno la tecnologia Stay-Charged) perderanno gradualmente la loro potenza per un periodo di settimane e mesi anche quando non vengono utilizzate (circa il 30% al mese) in un processo noto come ‘autoscarica’ . Ciò si verifica quando le reazioni chimiche interne riducono la carica immagazzinata della batteria anche quando la batteria non è in uso. In confronto, le batterie permanenti hanno un basso tasso di autoscarica di circa il 2-3% al mese, conservando quindi la loro carica e rimanendo pronte per l’uso.

In termini pratici, l’utilizzo di batterie permanenti per dispositivi di uso quotidiano (che non scaricano completamente le batterie in un breve periodo di tempo) significa che manterranno la loro potenza quando non sono in uso e quindi saranno pronte all’uso e non avranno bisogno di essere ricaricate come spesso. Per dispositivi ad alto consumo come giocattoli telecomandati o fotocamere digitali che utilizzano un flash, una batteria ricaricabile NiMH standard di capacità superiore potrebbe essere più adatta, poiché avranno più potenza nei primi giorni prima che vengano applicati i vantaggi di una batteria a carica continua. Tuttavia, per dispositivi come rilevatori di fumo, torce o dispositivi che vengono utilizzati un po ‘meno frequentemente ma richiedono una ricarica su richiesta, le batterie rimanenti possono essere un’opzione migliore

 

E. Cos’è l ‘”effetto memoria”? Si applica alle batterie ricaricabili?

L’effetto memoria si verifica quando una batteria ricaricabile viene caricata prima che la sua capacità sia completamente esaurita. La batteria può quindi “memorizzare” l’ultimo livello di scarica e accettare quella quantità di carica solo nelle ricariche successive, diminuendo quindi la capacità alla quale si ricaricherà e riducendo il tempo di servizio. Tuttavia, con i progressi nella tecnologia ricaricabile, questo problema è stato praticamente eliminato nelle moderne batterie ricaricabili NiMH.

F. Come faccio a caricare le mie batterie ricaricabili?

Le batterie ricaricabili generalmente necessitano di un caricabatterie adatto separato per ricaricarle.

È disponibile un’ampia varietà di caricabatterie per batterie di diverse dimensioni, da caricabatterie veloci e intelligenti a caricabatterie notturni, tutti con caratteristiche e vantaggi diversi. 

Esistono alcune eccezioni, ad esempio nel telefono cordless DECT, nei baby monitor o nelle luci solari in cui le batterie vengono ricaricate tramite i contatti nel dispositivo quando viene posizionato nella base di ricarica o nel dock. Controlla le istruzioni per assicurarti di scegliere il tipo corretto di batteria ricaricabile per il tuo dispositivo.

 

G. Quale capacità della batteria è la migliore per me?

Dispositivi diversi richiedono batterie di capacità diversa. Ad esempio, i telefoni cordless vengono spesso caricati, quindi di solito non si ha la possibilità di esaurirsi completamente, quindi una batteria di capacità medio-bassa sarebbe adatta. Altri dispositivi che possono utilizzare una batteria a bassa capacità includono luci solari da giardino o telecomandi.

Le batterie con capacità medio-bassa tipiche sono:  batterie AA (800-1300 mAh) e batterie AAA (400-800 mAh)

Le batterie tipiche ad alta capacità sono: batterie AA ( 1950-2700 mAh) e batterie AAA (950-1100 mAh)

I dispositivi che richiedono batterie ad alta capacità includono automobili telecomandate, fotocamere digitali e alcuni giocattoli elettronici. Se si scopre di sostituire le batterie frequentemente, una batteria ad alta capacità fornirà energia più duratura.

Se il tuo dispositivo richiede batterie che mantengano la carica tra un utilizzo e l’altro e forse non vengono utilizzate per un periodo di tempo, potresti scegliere una batteria ricaricabile con tecnologia di ricarica, il che significa che le batterie mantengono la carica tra un utilizzo e l’altro

TI POTREBBE INTERESSARE ANCHE:

Top 10: La migliore pentola elettrica a cottura lenta – Slow Cooker

Pentola elettrica a cottura lenta - Slow CookerLa pentola elettrica a cottura lenta -Slow Cooker - non è costosa ma è una soluzione ottima per preparare brasati, stufati, zuppe. Le pentole a cottura lenta programmabili consentono di scegliere il ...

5 Migliori piccoli elettrodomestici che migliorano la tua quotidianità in cucina

Motivazione della nostra scelta Questa volta la nostra attenzione si è focalizzata su piccoli elettrodomestici che possono essere nostri alleati in cucina quando si è stanchi o si ha poco tempo. La vita sta accelerando, e con essa il nostro ...

Top 10: Il migliore frullatore per smoothie

Scopriamo insieme perché vi proponiamo la Top 10 del migliore frullatore smoothie Uno smoothie è una miscela di frutta o verdura passata in un frullatore con acqua o ghiaccio. Il frullatore per smoothie è in grado di mantenere la fibra della verdura ...

Enable registration in settings - general